Celebrazione dei matrimoni civili

La celebrazione del matrimonio, sia civile che religioso (cattolico o altri riti ammessi) deve essere preceduta dalla pubblicazione fatta a cura dell'Ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza di uno degli sposi.

La pubblicazione consiste nell'inserimento nell'Albo pretorio online di un atto dove si indica nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza degli sposi, luogo dove intendono celebrare il matrimonio. L'atto di pubblicazione è pubblicato all'Albo pretorio online per otto giorni.
La pubblicazione non è vincolante: se il matrimonio non viene celebrato nei 180 giorni successivi, la pubblicazione si considera come non avvenuta.

Gli sposi che intendono procedere alla pubblicazione di matrimonio possono o presentarsi dinanzi all'Ufficiale di Stato Civile muniti dei documenti di riconoscimento in corso di validità oppure prenotare on line, in questo sarà possibile presentarsi presso gli uffici una sola volta ovvero per sottoscrivere il verbale di pubblicazione.
Se il matrimonio viene celebrato in forma religiosa occorre presentare all'ufficiale di stato civile anche la richiesta di pubblicazione da parte del Parroco.
Per i cittadini extracomunitari e per i cittadini comunitari è richiesto il nulla osta rilasciato dall'autorità del paese d'origine (art. 116 c.c.) o il certificato di capacità matrimoniale ove previsto.
I minori che hanno compiuto 16 anni possono contrarre matrimonio se ottengono l’autorizzazione da parte del Tribunale dei Minori.

Regime patrimoniale

Il matrimonio instaura automaticamente il regime patrimoniale della comunione dei beni. I coniugi possono però scegliere un regime diverso, separazione dei beni, sia al momento della celebrazione del matrimonio sia in un momento successivo. Se si sceglie il rito religioso, la comunicazione va fatta al parroco; se si sceglie il rito civile la dichiarazione va resa all’Ufficiale di stato Civile al momento della richiesta di pubblicazione. Per qualsiasi cambiamento del regime patrimoniale dopo il matrimonio, la competenza è del notaio, poi il cambiamento viene annotato a margine sull’atto di matrimonio.
 

Comunicazione dati dei testimoni

I dati anagrafici dei testimoni vanno comunicati all'ufficio di Stato Civile almeno 7 giorni prima della data di celebrazione del matrimonio, unitamente alla dichiarazione di scelta del regime patrimoniale da parte degli sposi. In allegato il modulo per la comunicazione dei testimoni (file adobe pdf, 92 kb).

Variazione di residenza/indirizzo per matrimonio

Quando due persone si sposano, il cambio di residenza / indirizzo non è automatico, ma è su domanda. Si veda la sezione dedicata Domanda di Residenza.

Celebrazione dei matrimoni civili

I matrimoni civili si celebrano:
  • dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00;
  • il sabato e la domenica mattina dalle 9:30 alle ore 11:30
  • il giovedì e il sabato anche dalle 16:00 alle 17:30

Non si celebrano matrimoni civili la domenica pomeriggio e in tutte le giornate indicate all'art. 5 del Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili.

La celebrazione del matrimonio civile può avvenire:

  • a titolo gratuito, presso l'ufficio Servizi Demografici negli orari di apertura;
  • a pagamento presso la sala consiliare dietro richiesta di utilizzo e pagamento di una tariffa:
    per i residenti: 30,00 Euro in orario di servizio; 50,00 Euro di sabato pomeriggio e domenica mattina; per cittadini non residenti: 40,00 Euro in orario di servizio; 60,00 Euro di sabato pomeriggio e domenica mattina;
  • a pagamento presso il Museo Badia del Lavino (Abbazia dei Santi Fabiano e Sebastiano), dietro richiesta di utilizzo e pagamento di una tariffa di 600,00 Euro per i non residenti e di 500,00 Euro per i residenti.

In allegato:

 

Per i matrimoni religiosi con rito cattolico

Parrocchia di Calderino – Tel. 051/6760120
Parrocchia di Monte San Giovanni – Tel. 051/6759040
Parrocchia di San Lorenzo in Collina – Tel. 051/6769027
Parrocchia di San Martino in Casola – Tel. 051/6766846