Compostaggio domestico

Cos'è

Il compostaggio domestico permette il recupero del materiale organico prodotto giornalmente in casa, trasformandolo in ottimo terriccio per orti e giardini.
Crediamo che sia importante promuovere pratiche come questa, da affiancare a quelle più diffuse come la raccolta differenziata.
Sono piccole-grandi azioni che tutti noi possiamo compiere quotidianamente ed ottenere, insieme, grandi risultati.
Il rispetto dell’ambiente inizia nella nostra casa.

Come si fa

Lo strumento più utilizzato per trasformare il rifiuto organico in terriccio è la compostiera. Si tratta di un grosso contenitore a contatto con il terreno: si versano gli scarti organici dal coperchio in alto, mentre dallo sportellino in basso si preleva il terriccio che si forma con il tempo. Scarti alimentari come i resti della preparazione e pulitura delle verdure, le bucce dei frutti e delle patate, i fondi di tè e caffè, ma anche i gusci d’uovo, i fazzoletti di carta ed in generale tutto ciò che è facilmente biodegradabile può ritornare alla terra per renderla più fertile. Il composto ottenuto rappresenta una valida alternativa ai concimi di sintesi, la sua ricca quantità di sostanza organica migliora la struttura del suolo e rilascia alle piante elementi nutritivi fondamentali.

Per ottimizzare ed evitare problemi nel processo di compostaggio è possibile seguire alcuni semplici accorgimenti che possono essere approfonditi nel materiali informativi qui allegati:

Manuale pratico sul compostaggio domestico (file adobe Pdf, 804Kb)

Buone pratiche per il giardino sostenibile (file adobe Pdf, 1,24Mb)

Regole compostaggio e riduzione tassa rifiuti (file abod Pdf, 99Kb)

Per incentivare la pratica del compostaggio domestico, il Comune distribuisce ai cittadini una compostiera in comodato gratuito. Per riceverla basta compilare l'apposito modulo, (vedi sezione Modulistica) e potrà essere assegnata solo alle utenze domestiche della TA.RI (tassa rifiuti), proprietarie o affittuarie di orto o giardino. Il trasporto è a proprio carico. Il Richiedente sarà contattato dall'Ufficio Ambiente per concordare un appuntamento per il ritiro della compostiera.

E' molto semplice anche autocostruirsi una compostiera, (file adobe Pdf, 620Kb),  di forma e dimensioni adeguate alla esigenze della famiglia

Vantaggio economico

A chi effettua il compostaggio domestico viene riconosciuto uno sconto del 30% sulla quota variabile della tassa rifiuti. Per ottenere tale beneficio non è necessario utlizzare la compostiera fornita dal Comune, ma basta comunicare nel modulo di richiesta della riduzione, (vedi sezione Modulistica) l'attività di compostaggio fatta. Il Comune si riserva in ogni caso di verificare con sopralluoghi l'effettiva attività di compostaggio domestico.